Pubblicata la graduatoria. E’ disponibile la modulistica per la rendicontazione.

 

Per valorizzare il patrimonio storico-culturale della Prima guerra mondiale e per promuovere le commemorazioni del centenario dell'inizio del conflitto, la Regione si è dotata di una legge speciale, la legge regionale 4 ottobre 2013, n. 11, che ha ridefinito interamente le azioni e gli interventi in materia, abrogando la precedente legge regionale 14/2000 e demandando a un successivo regolamento di attuazione la puntuale disciplina dei nuovi contributi previsti. Tuttavia, la medesima legge regionale 11/2013 stabilisce che, fino all'adozione del suddetto regolamento, i termini e le modalità per la presentazione delle domande di contributo ed i criteri e le modalità per la concessione e rendicontazione dei contributi siano definiti direttamente mediante uno o più bandi, emanati con deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale competente in materia di cultura (artt. 5 e 16). 

Indice dei contenuti

La normativa

In questo contesto legislativo, al fine di incentivare forme di turismo culturale attento alla storia e alla memoria, con deliberazione della Giunta regionale n. 921 del 15 maggio 2015 è stato approvato, ai sensi dell’art. 5, comma 1, lettera f) della L.R. n. 11/2013, il Bando per il finanziamento di progetti finalizzati alla gestione e valorizzazione di percorsi tematici sui luoghi della Prima guerra mondiale, incluse le relative strutture di servizio nonché le strutture espositive e gli altri beni immobili riferiti alla Prima guerra mondiale che insistono su tali percorsi.

Nell'ambito di questa linea contributiva, sono stati finanziati progetti finalizzati alla manutenzione ordinaria di percorsi tematici esistenti, riguardanti aree e beni destinati alla pubblica fruizione e situati nei luoghi della Prima guerra mondiale. Si è inoltre previsto che i progetti potessero anche prevedere la realizzazione di ulteriori eventuali iniziative complementari di comunicazione, promozione e valorizzazione turistico culturale dei percorsi stessi.
Il bando stabiliva infine che i progetti dovessero prevedere una spesa ammissibile non inferiore a euro 15.000,00 e non superiore a euro 30.000,00, a pena di inammissibilità.
 

Ritorna all'indice

La graduatoria 
 

Con Decreto del Direttore Centrale del 22 settembre 2015 è stata approvata la graduatoria dei progetti da finanziare, con l’indicazione dell’importo del contributo regionale rispettivamente assegnato; sono inoltre indicati i progetti ammissibili a contributo, ma non finanziabili per carenza di risorse.

E' consultabile l'elenco dei progetti inammissibili con l'indicazione delle motivazioni che hanno comportato l'inammissibilità. 
 

A seguito della c.d. legge di assestamento del bilancio 2015 (LR 20/2015) si sono rese disponibili ulteriori risorse, che hanno portato la dotazione finanziaria complessiva del bando alla somma di euro 380.000; ciò ha consentito il finanziamento di ulteriori progetti mediante lo scorrimento della graduatoria (che si riporta pertanto in versione aggiornata)

Ritorna all'indice