Sviluppo della rete bibliotecaria


La realtà bibliotecaria del Friuli Venezia Giulia è notevolmente cambiata negli ultimi decenni. Sono intervenuti nuovi elementi che hanno modificato l’organizzazione dei servizi bibliotecari e della pubblica lettura. In particolare le biblioteche hanno assunto una importante funzione di aggregazione culturale sia nelle grandi città che nei piccoli centri.
Le azioni regionali in materia sono state recentemente ridefinite dalla legge regionale 23/2015 (operativa dal 1 gennaio 2016), che ha abrogato la legge regionale 25/2006 e ha previsto la successiva emanazione di un regolamento attuativo per il riassetto della rete bibliotecaria del Friuli Venezia Giulia, in coerenza con la riforma del sistema delle Autonomie locali delineata dalla legge regionale 26/2014, e per la piena messa a regime dei nuovi strumenti di sostegno destinati al settore bibliotecario.
Il regolamento attuativo previsto dall’art. 39 della legge regionale 23/2015 è stato emanato con D.P.Reg. 0236/Pres. del 7 dicembre 2016, (pubblicato nel BUR N° 54 del 12/12/2016).
Sulla base della dettagliata disciplina da esso introdotta, nel 2017 si procederà all’avvio di un generale, graduale processo di trasformazione che porterà sia al superamento degli attuali Sistemi bibliotecari e alla costituzione di nuovi Sistemi, configurati in coerenza con la “geografia” delle Unioni Territoriali Intercomunali, sia alla revisione di tutte le biblioteche riconosciute di interesse regionale ai sensi della vecchia normativa, e all’eventuale attribuzione di tale qualifica a biblioteche ulteriori, secondo il percorso procedurale e in presenza dei requisiti fissati dal regolamento medesimo.


PROCEDURE PREVISTE PER IL 2017
Sistemi bibliotecari esistenti alla data del 01.01.2016


I Sistemi bibliotecari esistenti alla data del 01.01.2016 presentano entro il 10 marzo 2016 (ossia entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge regionale 29 dicembre 2016, n. 25 - Legge di stabilità 2017– entrata in vigore il giorno 9 gennaio 2017, data di pubblicazione sul BUR), domanda di contributo a sostegno dell’attività svolta nel primo semestre dell’anno 2017, ai sensi dell’art. 7, commi 48 – 54, della legge regionale medesima.


I soggetti ammessi a finanziamento e gli importi dei rispettivi contributi sono indicati nella tabella M della legge regionale citata.
Le domande devono essere corredate di una relazione illustrativa delle attività programmate nel primo semestre dell’anno 2017, e del relativo preventivo di spesa per un ammontare corrispondente a quello indicato nella tabella M medesima incrementato di un importo non inferiore al 10%.
Alla domanda deve essere, inoltre, allegata una relazione riepilogativa delle attività svolte nell’anno 2016. Le tipologie di spese ammissibili ai fini della rendicontazione dell’impiego dei contributi sono quelle stabilite con Regolamento regionale emanato con D.P.Reg. 30 settembre 2008, n. 262/Pres.

 

Nuovi Sistemi bibliotecari : costituzione e finanziamento


Per la costituzione e il finanziamento dei nuovi Sistemi bibliotecari, gli Enti gestori delle biblioteche che si propongono quali Biblioteche Centro sistema, entro il termine del 15 aprile 2017 presentano a mezzo PEC al Servizio competente in materia di beni culturali (cultura@certregione.fvg.it):


- un progetto di nuova costituzione
, corredato dello schema di convenzione costitutiva del sistema, (da redigersi sulla base della convenzione tipo approvata dalla Giunta regionale con deliberazione n. 90 del 20/01/2017), e accompagnato dalle dichiarazioni con le quali i rappresentanti degli Enti gestori di tutte le biblioteche che intendono aggregarsi si impegnano a far recedere le biblioteche stesse, entro quarantacinque giorni dalla data della deliberazione della Giunta regionale di positiva conclusione del procedimento di autorizzazione alla costituzione, dagli altri sistemi di cui esse eventualmente facciano parte al momento della presentazione del progetto;


- la domanda di contributo, redatta utilizzando il modello pubblicato su questo sito e corredata della documentazione di cui all’articolo 9, comma 2, lettere a), b), f) e g) del Regolamento emanato con D.P.R. n. 0236/Pres. dd. 07/12/2016, come disposto dall’art. 31, comma 1, lett. e) del medesimo Regolamento.


Pertanto, per l’anno 2017, vanno obbligatoriamente compilati solo i Quadri A, B, C, D ed E del modello di domanda di contributo; non si richiede invece la compilazione dei Quadri F e G.

 

Biblioteche di interesse regionale: riconoscimento della qualifica e finanziamento

Per quanto riguarda le biblioteche che intendono conseguire la qualifica di biblioteca di interesse regionale, la domanda di riconoscimento deve essere redatta utilizzando il modello pubblicato su questo sito, e va presentata a mezzo PEC al Servizio competente in materia di beni culturali (cultura@certregione.fvg.it) entro il 28 febbraio 2017.


Tale domanda deve essere presentata da tutte le biblioteche interessate, comprese quelle che erano già state riconosciute ai sensi della normativa previgente (infatti, a seguito dell’abrogazione della L.R. 25/2006, sono decaduti tutti i “vecchi” riconoscimenti) .
Per accedere ai finanziamenti, le biblioteche interessate devono presentare unitamente alla domanda di riconoscimento anche la domanda di contributo, che deve essere redatta utilizzando il modello pubblicato su questo sito e corredata della documentazione di cui all’articolo 9, comma 2, lettere a), b), f) e g) del Regolamento emanato con D.P.R. n. 0236/Pres. dd. 07/12/2016, come disposto dall’art. 33, comma 1 del medesimo Regolamento.
Pertanto, per l’anno 2017, vanno obbligatoriamente compilati solo i Quadri A, B, C, D ed E del modello di domanda di contributo; non si richiede invece la compilazione dei Quadri F e G.

Poli SBN e AIB

La domanda di contributo per il finanziamento dei POLI SBN e dell’AIB deve essere presentata entro il 28 febbraio 2017, corredata della documentazione di cui all’art. 17 del Regolamento emanato con D.P.R. n. 0236/Pres. dd. 07/12/2016.