I prati stabili sono quelle formazioni erbacee che non hanno mai subito il dissodamento (aratura o erpicatura) oppure se lo sono state ora sono ormai rinaturalizzate con le specie tipiche.
Ospitano specie di notevole interesse fra cui vari endemismi. Per esempio Dianthus sanguineus, Knautia ressmannii, Brassica glabrescens, Matthiola carnica, Leontodon berinii per quanto riguarda gli ambienti asciutti e Erucastrum palustre, Armeria helodes, Centaurea forojuliensis, Euphrasia marchesettii per gli ambienti umidi. L'Unione Europea definisce "di interesse comunitario" varie di queste specie e formazioni.

L'inventario dei prati stabili naturali della pianura: un nuovo strumento per la conservazione della biodiversità

A seguito del sempre più frequente riscontro di dissodamenti o abbandono di superfici prative, la L.R. 29 aprile 2005, n.9, ha previsto, fra l'altro, l'istituzione dell' inventario dei prati stabili naturali della pianura, al fine di garantire la conservazione dell'identità biologica del territorio e la biodiversità degli habitat e delle specie floristiche e faunistiche.

Lo studio si è svolto con una prima fase di analisi delle fotografie aeree (in particolare delle ortofoto) e successivamente con il rilievo di campagna di tutte le particelle visivamente individuabili come prato. I rilevatori sono stati principalmente personale addestrato del Corpo forestale regionale (appositamente dotato di fotocamere digitali e GPS).

Sono state rilevate le seguenti caratteristiche:
tipologia (prato asciutto, prato concimato, prato umido, prato rinaturalizzato, prato irrimediabilmente manomesso);
categoria (es. per i prati asciutti: formazione glareicola primitiva, magredo primitivo, magredo evoluto);
condizioni della formazione (presenza di specie di rilievo, eccesso di concimazione, grado di eventuale abbandonato, rimboschimento artificialmente).

E' inoltre stata eseguito su una buona parte delle superfici il rilievo fotografico della vegetazione.

In futuro verrà eseguita l'implementazione dei dati catastali e della destinazione urbanistica.

I risultati dei rilievi sono stati riportati su un sistema GIS e sono disponibili da questa pagina.