Il progetto GPP-Stream, acronimo di Green Public Procurement and sustainability Tools for Resource Efficiency Mainstreaming, finanziato dal programma Interreg Europe, ha l'obiettivo di promuovere l’interscambio di buone pratiche tra amministrazioni pubbliche dell’Unione Europea in materia di appalti pubblici verdi.

Il progetto, che ha un costo totale di oltre 1,4 milioni di euro, e del quale la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è capofila, vede coinvolti anche la Fondazione Ecosistemi e la Regione Lazio (Italia), il ministero dell'Ambiente e la North-East Regional Development Agency (Romania), il Comune di Gabrovo e il Centre for Sustainability and Economic Growt (Bulgaria), l'Associazione dei comuni della Ribera Alta Region (Spagna) e l'Auvergne-Rhone-Alpes Energy Environment (Francia).
Con gli appalti verdi le pubbliche amministrazioni,  integrando i criteri ambientali nei processi di acquisto, possono ricercare e scegliere prodotti, servizi o soluzioni che abbiano il minore impatto possibile sull'ambiente. L’incontro iniziale del progetto si è svolto a Trieste, dal 28 al 30 novembre 2018, con la partecipazione di tutti i partner.

Con l’obiettivo di coinvolgere gli attori rilevanti del Friuli Venezia Giulia, il 26 marzo 2019 si è tenuta, sempre a Trieste, una giornata di lavoro sul tema degli acquisti certificati verdi per la pubblica amministrazione, con un focus pomeridiano sul progetto GPP-STREAM.
Nella pagina dedicata al Piano d’azione regionale per gli acquisti verdi sono disponibili gli interventi dei relatori, nella sezione Documentazione

Il 21 maggio 2019 si svolgerà a Udine, presso palazzo Antonini Belgrado, la conferenza nazionale di lancio del progetto GPP-Stream. L’incontro, dal titolo “Un percorso internazionale per gli acquisti verdi della pubblica amministrazione”, è un’occasione di discussione e confronto sul tema della integrazione dei criteri ambientali negli appalti come opportunità di crescita per tutti i settori economici, e per il sistema imprenditoriale del territorio.
All’iniziativa, introdotta da Massimo Canali, direttore centrale per l’ambiente e l’energia della Regione Friuli Venezia Giulia, intervengono anche rappresentanti di altre regioni italiane: Laura Salvatore (Veneto), Gianluca Cocco (Sardegna), Maria Incoronata Roselli (Lazio) e Monica Peggion (Lombardia).
Giuseppe Cane della Regione Friuli Venezia Giulia e Livia Mazzà della Fondazione Ecosistemi illustrano poi le azioni del progetto GPP-Stream per l’integrazione degli appalti verdi nei piani e nei programmi regionali. Roberta Antonioni di Cluster Arredo/Casa FVG porta invece il punto di vista del settore imprenditoriale parlando di conformità ai criteri minimi ambientali nel settore degli arredi. Intervengono infine Lino Vasinis, autorità di gestione del POR FESR Friuli Venezia Giulia e Stellio Vatta ed Enzo Dall’Osto, della direzione ambiente ed energia, che spiegano come gli appalti verdi si integrino nello sviluppo sostenibile.
Gli interventi dei relatori sono disponibili nella sezione “Documentazione” a lato di questa pagina.

per ulteriori informazioni:  mail: gpp-stream@regione.fvg.it