Sviluppare strategie e piani d'azione per l'adattamento al cambiamento climatico significa ampliare la conoscenza e le capacità di osservazione dei dati ambientali disponibili al fine di programmare adeguati interventi di difesa a protezione del territorio.

L’obiettivo principale delle strategie di adattamento riguarda l’aumento della resilienza ai cambiamenti climatici, ovvero la trasformazione del concetto di prevenzione delle emergenze in ordinaria pianificazione del territorio regionale, con particolare riguardo:
- all’intensità delle precipitazioni;
- alla frequenza di eventi meteoclimatici estremi;
- all'innalzamento del livello marino.
Ciò al fine di diminuire i cosiddetti "costi di inazione", ovvero ottenere un ragionevole risparmio mediante mirati interventi pianificatori (come opere di difesa e precauzioni urbanistiche) evitando i costi del possibile futuro danno (anche in termine di vite umane) e i conseguenti interventi in emergenza.

Una sintesi geologica e idraulica finalizzata all’adattamento climatico rappresenta la base conoscitiva che permette di sviluppare, anche a livello locale, l’opportuna capacità pianificatoria “adattiva al cambiamento climatico”  al fine di ridurre i costi per la società.

Per tali finalità, il Servizio geologico della Regione si è attivato per individuare e descrivere sinteticamente i possibili impatti del cambiamento climatico sul sistema geomorfologico e geo-idrologico per la definizione di strategie di adattamento, quale strumento divulgativo introduttivo alla conoscenza, alla pianificazione e alla prevenzione del nostro territorio.

Lo studio affidato al Dipartimento di Matematica e Geoscienze dell’Università degli Studi di Trieste sullo stato di fatto della conoscenza d'insieme del territorio fisico regionale ai fini della valutazione degli impatti dovuti ai cambiamenti climatici ha permesso anche la redazione di un libretto illustrativo di sintesi su tali argomenti.

Pertanto la progettazione e la pianificazione devono necessariamente trovare solide basi nelle conoscenze scientifiche, ma anche essere caratterizzate da un forte legame con le informazioni derivanti dal monitoraggio continuo del territorio nel tempo, con la inevitabile possibilità di dover essere modificate e aggiornate in dipendenza della variabilità e dell’i ncertezza che accompagna l’evoluzione del clima.