Il Progetto MASSMOVE ha fatto parte del Programma Interreg IV A Italia/Austria e ha affrontato la problematica del dissesto idrogeologico in area alpina. MASSMOVE è stato un Progetto transfrontaliero che ha visto coinvolte Carinzia, Friuli Venezia Giulia e Veneto e ha coinvolto soggetti portatori di interesse come l’Autorità di Bacino dei fiumi dell’Alto Adriatico che si occupa dei Piani stralcio per l’Assetto Idrogeologico (P.A.I.) e gli ordini professionali dei geologi della regione Friuli Venezia Giulia e della regione Veneto.

Obiettivo principale del progetto MASSMOVE è stata la definizione di standard minimi comuni per la valutazione della pericolosità geologica da frane di crollo e scivolamento superficiale. Risultato del Progetto è stata l’elaborazione di linee guida quale strumento per la prevenzione dei dissesti franosi in area alpina.

Nei documenti qui a fianco sono reperibili tutte le informazioni di dettaglio relative alle aree di studio in Friuli Venezia Giulia nonché le linee guide risultanti dal Progetto. Le linee guida sono da intendersi come uno strumento di lavoro per gli utenti che devono occuparsi di stesure di carte di pericolosità anche ai fini del P.A.I. ovvero per la redazione di strumenti urbanistici, nonché per la progettazione di opere di difesa.

Vista la condivisione già avvenuta con i portatori d'interesse nelle attività del progetto MASSMOVE, visto l’interesse suscitato in ambito professionale regionale, la Giunta regionale ha dato mandato al servizio Geologico della direzione centrale Ambiente ed Energia di diffondere i contenuti delle linee guida e di adottare le linee guida come standard minimo per le valutazioni di competenza negli adempienti delle proprie funzioni.