Comuni interessati Castelnovo del Friuli, Clauzetto e Travesio
Provincia Pordenone
Superficie totale ha 874,00

 

NORME IN VIGORE

Sono in vigore dal 25.04.13 le misure di conservazione specifiche (MCS) aggiornate dei 24 SIC della regione biogeografica alpina della rete Natura 2000 approvate con DGR n. 726 del 11.04.2013. Tali MCS sostituiscono quelle adottate con DGR 2494 del 15.12.11. L’efficacia delle misure cessa con l’entrata in vigore del piano di gestione del sito. Dal  novembre 2013 il SIC è stato designato ZSC –zona speciale di conservazione

Vai alla norma

ELABORAZIONE TECNICA PARTECIPATA DEL PIANO DI GESTIONE
 

Il piano di gestione è stato elaborato nell’ambito dell’incarico di redazione dei Piani di gestione dei Siti Natura 2000 SIC IT3310003 Ciaurlec e forra del Torrente Cosa e SIC IT3310006 Foresta del Cansiglio.

La fase di redazione del piano ha avuto inizio nel febbraio 2011 e si è conclusa il 30.09.2013 con la stesura della bozza tecnica del piano di gestione, dopo un ampio processo partecipativo; i documenti consegnati in BOZZA sono riportati di seguito.
A norma di legge la costruzione del piano si è avvalsa di un processo partecipativo. Nella colonna di destra è possibile scaricare i documenti presentati nei vari incontri effettuati .
 

BOZZA TECNICA DEL PIANO DI GESTIONE aggiornata al 16.10.2013



 

Di seguito i links ai principali elementi del piano e l’aggiornamento alle misure proposto a seguito .dell’ in contro conclusivo del 16.10.2013. I dati ambientali raccolti ed elaborati nell’ambito del Piano di gestione sono disponibili in colonna di destra e sono commentati in Relazione.
 

ADOZIONE E APPROVAZIONE DEL PIANO
 

La BOZZA tecnica entra in vigore attraverso la procedura di adozione e approvazione regionali ai sensi della L.R 7/2008, art.10..
Il piano di gestione dovrà essere adottato con Delibera di Giunta Regionale e quindi pubblicato per sessanta giorni consecutivi all’albo pretorio degli enti locali interessati e sul sito internet della Regione con avviso di pubblicazione sul B.U.R.; chiunque vi abbia interesse potrà presentare osservazioni entro i sessanta giorni successivi. Infine il piano di gestione sarà approvato con decreto del Presidente della Regione su conforme deliberazione della Giunta regionale e pubblicato sul B.U.R.