Il Convegno “Risorse idriche sotterranee del Friuli Venezia Giulia: sostenibilità dell’attuale utilizzo” tenutosi a Udine il 1° marzo 2011 è stata l’occasione per presentare lo Studio degli acquiferi sotterranei e delle risorse idriche presenti nella Pianura Friulana, avviato nel 2007 e realizzato grazie alla collaborazione tra il Servizio idraulica della Direzione centrale ambiente, energia e politiche per la montagna, i Dipartimenti di Geoscienze (DiGEO) e di Ingegneria Civile e Ambientale (DICA) dell’Università degli Studi di Trieste e l’OSMER - Arpa.

La Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha da sempre riposto notevole attenzione alla valorizzazione e alla protezione delle risorse idriche sotterranee presenti nel territorio di competenza. Esse costituiscono una rilevante ricchezza naturale in termini di quantità, qualità e semplicità di approvvigionamento che deve essere salvaguardata.

Il programma di ricerca è stato articolato con lo scopo di elaborare un piano di conoscenza, di conservazione e di sostenibilità dell’utilizzo della risorsa acqua. La necessità di un approfondimento in tal senso nasce dall’osservazione di numerosi segnali di attenzione quali la perdita di pressione degli acquiferi nei sistemi confinati e l’abbassamento dei livelli idrici in quelli freatici, conseguenti all’incremento della pressione antropica e delle richieste idriche tese a soddisfare le sempre crescenti necessità industriali, idroelettriche, irrigue, ittiogeniche e potabili.

Lo scopo di questo lavoro è quello di fornire un quadro scientifico di riferimento a supporto di tutte le attività che intervengono in una corretta gestione del territorio, nonché per una sensibilizzazione per la conservazione e la sostenibilità dei futuri utilizzi della risorsa idrica.

Ricordiamoci che “L’acqua è un patrimonio che va protetto, difeso e trattato come tale” (WFD 2000/60/CE). A tal proposito sono state elaborate le Linee Guida per la programmazione degli utilizzi della risorsa acqua che costituiscono uno strumento a disposizione dell’Amministrazione Regionale per la valutazione della sostenibilità dell’uso attuale delle acque sotterranee e per la programmazione del loro utilizzo futuro.

Tale Studio costituisce l’Analisi conoscitiva per le risorse idriche sotterranee del Piano di Tutela della Acque nonché del Piano di Gestione delle Acque delle Alpi Orientali. In particolare le Linee Guida sono state recepite nelle Norme di attuazione dei rispettivi Piani.

I risultati della ricerca sono stati sintetizzati nel volume “Risorse idriche sotterranee del Friuli Venezia Giulia: sostenibilità dell’attuale utilizzo” che è possibile scaricare da questa pagina, assieme agli atti del convegno.