Idrografia
La regione Friuli Venezia Giulia è interessata da una complessa e fitta rete idrografica.
Il sistema idrografico, determinato dalla presenza della catena delle Alpi orientali e dalla piana alluvionale friulana, è incentrato sui cinque principali corpi idrici a carattere torrentizio, e loro affluenti, sfocianti nel mar Adriatico (da Est verso Ovest: Isonzo, Cormor, Corno-Stella, Tagliamento, Cellina-Meduna,) e sulla complessa rete idrografica determinata dalle acque di risorgiva provenienti dalle falde freatiche presenti in tutta la media pianura friulana, alimentate sia dagli apporti meteorici, sia dalle infiltrazioni nel sottosuolo dei principali corsi d’acqua lungo i percorsi dell’alta e media pianura.

Laghi
I laghi sono degli specchi d’acqua alimentati da fiumi, sorgenti o ghiacciai. Nella nostra regione, accanto ai laghi naturali di varia origine (glaciale, morenica, carsica ecc.) troviamo vari laghi artificiali determinati dalle opere di sbarramento (invasi), da fondi di  cave esaurite o a seguito di lavori di bonifica.

 

Classificazione corsi d'acqua - Competenze di gestione
Si rende noto che, secondo le disposizioni dell’art. 4 della Legge regionale 29 aprile 2015, n. 11 “Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque”, è stata pubblicata nel catalogo IRDAT la cartografia relativa alla classificazione dei corsi d'acqua del territorio regionale finalizzata all'allocazione delle funzioni di gestione a essi connesse.
Per visualizzare la cartografia è necessario accedere al Catalogo dati ambientali e territoriali dalla home page del sito internet della Regione e ricercare la parola "Competenze".
L'indirizzo per accedervi è il seguente:
http://irdat.regione.fvg.it/consultatore-dati-ambientali-territoriali/
E’ quindi possibile sia scaricare i dati sia visualizzarli nel web gis.