la Regione dalla A alla Z Chiudi

tutela dell'ambiente, sostenibilità e gestione delle risorse naturali

Piano Paesaggistico Regionale (PPR)

FAQ - FAQ - PPR

La data di riferimento per l’applicazione delle disposizioni di salvaguardia è il 4 ottobre 2017, data di pubblicazione dell’avviso di adozione del Piano paesaggistico Regionale sul B.U.R n.40. L’adozione infatti necessita della piena conoscibilità.

Le osservazioni possono essere presentate entro lunedì 4 dicembre 2017 giorno della scadenza del termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso di adozione del Piano paesaggistico Regionale sul B.U.R..

Sono rese consultabili le delimitazioni dei beni paesaggistici definite insieme al MiBACT sulla base di criteri condivisi e validati. Trovano applicazione le prescrizioni d’uso riguardanti i beni paesaggistici tutelati ai sensi del Codice. Tutti gli altri contenuti del Piano Paesaggistico Regionale troveranno applicazione con l’adeguamento o la conformazione degli Strumenti Urbanistici Comunali al Piano stesso.
 

Si con diverso grado di revisione per i diversi beni paesaggistici, seguendo le procedure dell’a rticolo 54 e relativo allegato delle Norme Tecniche di Attuazione.

Si per tutti gli interventi indicati nei suddetti articoli delle Norme tecniche di attuazione in applicazione all’articolo 149 del Codice. Per gli interventi riferiti all’art. 143 comma 4 del Codice, invece, l’esenzione dall’obbligo di autorizzazione paesaggistica è rinviata all’avvenuto adeguamento o conformazione degli strumenti urbanistici Comunali al Piano paesaggistico Regionale.

Oltre agli interventi già indicati come esenti da autorizzazione paesaggistica nelle Norme tecniche di attuazione Piano paesaggistico regionale è possibile proporre ulteriori interventi esenti da autorizzazione attraverso le Osservazioni al Piano Paesaggistico Regionale purché coerenti con i presupposti degli artt. 143, comma 4, e 149 del Codice

ultimo aggiornamento: Thu Nov 02 13:49:40 CET 2017