L.R. 20 febbraio 2015 n. 3 - ART. 19
(Riduzione dell’aliquota Irap a favore delle imprese impegnate nella ricerca e sviluppo)


Ai sensi dell’art. 19 della L.R. 20 febbraio 2015 n. 3, a decorrere dal periodo di imposta in corso all’1 gennaio 2015, è introdotta una riduzione dell’aliquota Irap dello 0,40 per cento, applicabile al valore della produzione netta realizzato nel territorio regionale, per i soggetti passivi IRAP che:

- alla chiusura del periodo d’imposta considerato presentino un incremento dei costi sostenuti per il personale addetto alla ricerca e sviluppo pari almeno al 10 per cento rispetto alla media dei costi sostenuti nei due periodi d’imposta precedenti;

- evidenzino un rapporto, tra i costi sostenuti per il personale addetto alla ricerca e sviluppo nel periodo d’imposta considerato e il valore della produzione netta realizzato nel medesimo periodo, superiore al 2 per cento.

Si segnala che l’articolo 7, comma 12 della Legge regionale 29 dicembre 2015, n. 33 ha modificato i commi 9 e 10 dell’articolo 19 della legge regionale 3/2015, stabilendo che l’a gevolazione è concessa ai sensi della normativa europea in materia di aiuti “de minimis”.

ATTENZIONE

E' operativo il sistema informatico per l’invio telematico delle dichiarazioni “ de minimis” relative alle riduzioni di aliquota Irap.
Gli attuali Regolamenti comunitari in materia di aiuti “de minimis” hanno introdotto il concetto di “impresa unica”.
 
Pertanto ai fini dell’invio telematico delle suddette dichiarazioni:
 
per impresa unica si intende l’insieme delle imprese fra le quali esiste almeno una delle relazioni seguenti:
a) un’impresa detiene la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di un’altra impresa;
b) un’impresa ha il diritto di nominare o revocare la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione, direzione o sorveglianza di un’altra impresa;
c) un’impresa ha il diritto di esercitare un’influenza dominante su un’altra impresa in virtù di un contratto concluso con quest’ultima oppure in virtù di una clausola dello statuto di quest’u ltima;
d) un’impresa azionista o socia di un’altra impresa controlla da sola, in virtù di un accordo stipulato con altri azionisti o soci dell’altra impresa, la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di quest’ultima.
 
Le imprese fra le quali intercorre una delle relazioni di cui alle lettere da a) a d), per il tramite di una o più altre imprese sono anch’esse considerate un’impresa unica;
per impresa singola si intende l’impresa per la quale non sussistono le condizioni per essere definita “impresa unica”.
 
A tal fine sono attivi link specificamente dedicati all’impresa singola e all’impresa unica, accessibili dai rispettivi box per l'invio on line.

Accesso al servizio di invio telematico

Per accedere all'applicativo per l'invio telematico della dichiarazione “de minimis”, il beneficiario e/o l'intermediario devono possedere la Carta regionale dei servizi (CRS) oppure una smart card o business key standard CNS (es. Infocamere, Infocert).

La carta (o la business key) deve essere intestata al beneficiario che invia la dichiarazione, o all'intermediario che la compila, e deve essere dotata di un certificato di autenticazione valido.

Per utilizzare il dispositivo di autenticazione (smart card o chiave USB) sul sito internet della Regione Friuli Venezia Giulia, è necessario che il PC dal quale si effettua l'accesso sia configurato correttamente, cioè sia stato installato correttamente tutto il software per la gestione del dispositivo e per l'importazione e la lettura dei certificati.

Il software da installare dipende dal dispositivo utilizzato. Per maggiori dettagli consultare il documento "Informazioni sull'utilizzo della smart card per l'invio on line" disponibile alla voce "invio on line dichiarazione “de minimis”.

Il nuovo numero verde unico gratuito per l’accesso ai servizi di supporto telefonico di Insiel è l’ 800 098 788.
Per chiamate* da telefoni cellulari o dall’estero, il numero da contattare è lo 040 06 49 013.

*costo della chiamata a carico dell’utente secondo la tariffa del gestore telefonico