Nata dalla tragica esperienza del terremoto del 1976, diventata quindi esempio per l’Italia e ora laboratorio per l’avvio di una Protezione civile dell’Unione europea.

Da qui il sostegno della Regione alla SERM Academy - Scuola internazionale di formazione per la gestione della risposta in emergenza sismica, avviata a Portis di Venzone nel maggio 2016 con un Accordo tra più enti e con il sostegno della Regione. La SERM Academy svilupperà progettualità e strumenti innovativi nella formazione e nella ricerca nell’ambito della prevenzione antisismica.

Memore degli aiuti al Friuli terremotato, la Regione si è prontamente mobilitata per prestare soccorso alle popolazioni dell’Italia centrale colpite da un violento sisma lo scorso anno. In particolare ad Amatrice è stato costruito in una sola settimana il by-pass sul torrente Castellano, il così detto “Ponte della Rinascita”.
Prestata inoltre assistenza alla popolazione con l’impiego di 364 volontari prima nella gestione tendopoli, poi 173 volontari per il rimessaggio, trasporto e installazione di 70 moduli abitativi nelle aree colpite dal sisma.

A Sarnano è stata realizzata la nuova scuola materna, ricostruita sulle ceneri del vecchio istituto. Del valore di 2,1 milioni di euro, è stata realizzata a tempo di record (106 giorni) dalla Protezione civile regionale, grazie anche alle generose donazioni di cittadini (500 mila euro) enti e imprese e con fondi della Regione (2 milioni di euro).

In linea con le indicazioni europee e per accrescere l’efficienza della Protezione civile, il Friuli Venezia Giulia si è dotato nel 2017 del numero unico di emergenza 112, che risponde a tutte le esigenze di soccorso della popolazione regionale.