La Regione a Bruxelles

25.08.20

Commissione europea propone revisione norme di origine per favorire lo sviluppo del commercio nell’area PEM

Bruxelles, 25 agosto 2020 – Le c.d. norme di origine sono necessarie in ogni accordo di libero scambio, perché determinano quali beni possono beneficiare di trattamenti preferenziali. Le procedure di origine garantiscono alle autorità doganali di verificare l’origine di una merce, e consentono alle imprese di provarne la provenienza. Quando tutti i requisiti richiesti sono soddisfatti, le merci con origine preferenziale possono essere importate pagando un’aliquota di dazio minore (o addirittura azzerata), a seconda del trattamento tariffario preferenziale. 

L’area di libero scambio euromediterranea si basa sulla politica europea di vicinato (PEV). Il commercio con le nazioni dell’area pan-Euro-Mediterranea ha fruttato 577 miliardi di Euro nel 2019.

Il 24 agosto 2020 la Commissione Europea ha adottato un pacchetto di proposte allo scopo di sviluppare il commercio tra l’Unione Europea e gli Stati confinanti della regione Pan-Euro-Mediterranea (PEM), promuovendo una maggiore integrazione regionale. L’obiettivo è aggiornare gli accordi commerciali bilaterali stipulati con 20 partner dell’area PEM, rendendo più flessibili le c .d. norme di origine.

Le nuove regole si applicheranno in conformità alla Convenzione regionale sulle norme di origine preferenziali pan-euro-mediterranee, in attesa di una sua revisione: 

  • la soglia di tolleranza per i materiali non originari è aumentata dal 10 al 15%;
  • sono state introdotte regole più semplici per il prodotto (ad es. l’eliminazione dei requisiti cumulativi e l’a ggiunta di soglie per il valore locale) e modificate le norme sulla doppia trasformazione nel settore tessile;
  • è stata introdotta la regola del cumulo totale , in forza della quale le operazioni manifatturiere possono essere, complessivamente, realizzate tra più Stati, nell’ambito territoriale dell’Accordo di libero scambio;
  • è ammesso lo schema del duty-drawback : lo Stato può rimborsare il dazio pagato sulle materie prime quando il prodotto finito viene riesportato;

Le nuove previsioni renderanno più semplice ai prodotti di beneficiare di preferenze commerciali (trade preferences).