La Regione a Bruxelles

15.09.21

SPRINT pubblica il rapporto sull’Internazionalizzazione del Friuli Venezia Giulia

Bruxelles, 15 settembre 2021 - Lo Sportello Unico per l’Internazionalizzazione del Friuli Venezia Giulia – SPRINT ha pubblicato il proprio Rapporto L’Internazionalizzazione del Friuli Venezia Giulia, che presenta i risultati dell’analisi sul posizionamento internazionale della Regione, tenendo conto dei flussi import-export e degli investimenti diretti esteri, sulla base dei dati disponibili a luglio 2020.

Lo studio si interessa in particolare a cosa e dove  la Regione  h a  esportato  nel quinquennio 2015 – 2019, evidenziando l’importanza di settori quali la cantieristica navale - rivolta soprattutto al mercato USA – l’ Automotive, l’ Agri-Food e i semilavorati in metallo, in crescita soprattutto in alcuni paesi dell’Europa centro orientale quali Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria, mentre in Europa occidentale i Paesi Bassi rappresentano un mercato in crescita per le nostre esportaioni. Tengono anche Germania e Cina. In via introduttiva, viene fornito un quadro delle caratteristiche e performance delle imprese esportatric i, e delle diverse forme di sostegno finanziario all’export, così da offrire elementi utili ad individuare gli strumenti più efficaci per le aziende regionali che intendano puntare sull’internazionalizzazione.

Lo studio conduce quindi un’analisi di dettaglio delle principali caratteristiche strutturali ed evolutive delle partecipazioni all’estero delle imprese del Friuli Venezia Giulia, ed approfondisce le caratteristiche delle imprese regionali partecipate da multinazionali. Infine, vengono esaminate le determinanti strutturali e competitive della performance all’internazionalizzazione attiva e passiva delle imprese del Friuli Venezia Giulia.

Scopo del rapporto, che sarà aggiornato con cadenza annuale, è quello di offrire all’amministrazione regionale e agli stakeholders di riferimento uno strumento utile ad individuare una strategia di medio-lungo periodo per l’internazionalizzazione delle imprese e per il rafforzamento dell’a ttrattività regionale nei confronti degli investitori esteri.

Nel contesto della crisi del COVID-19, è emerso che le imprese esportatrici, che pur rappresentando solo il 2,7% delle imprese regionali valgono il 45,9% della produzione della regione, dopo una prima fase di brusca flessione del fatturato hanno recuperato più rapidamente rispetto alle imprese non esportatrici. Essere presenti su più mercati contemporaneamente con investimenti diretti esteri generalmente permesso una miglior tenuta delle imprese internazionalizzate.

Consapevole della necessità, messa in luce dalla pandemia, di elaborare nuovi strumenti e strategie di sostegno alle imprese, e dell’importanza sempre maggiore della costruzione di relazioni volte all’ ottimizzazione delle risorse disponibili, SPRINT FVG, tramite questo studio, si candida a fungere da collegamento tra il sistema regionale per l’internazio9nalizzazione ed il mondo imprenditoriale, andando a costituire un catalizzatore delle politiche a supporto del rilancio delle imprese regionali sui mercati esteri.