La Regione a Bruxelles

30.04.20

Candidature aperte fino 12/06 per concorrere all'assegnazione del Premio città europee per il commercio equo ed etico

Bruxelles, 30/04/2020 - C’è tempo fino al 12 giugno per partecipare al Premio città europee per il commercio equo ed etico, il concorso patrocinato dalla DG TRADE della Commissione europea e dall’ International Trade Centre , che riguarda il commercio sostenibile, equo ed etico tra città dell’UE e mercati non europei.

Il commercio equo ed etico può contribuire a orientare la società verso modelli di consumo responsabili, offrendo opportunità più sostenibili ai produttori di altri paesi aiutando a far progredire i pilastri sociali, economici e ambientali del commercio internazionale, compresi i diritti dei lavoratori, la protezione dell'ambiente e l'inclusione sociale. L’iniziativa ha lo scopo di dimostrare come le città europee, attraverso le loro politiche e le loro iniziative, possono fare da esempio per un’agenda commerciale basata su tali valori.
Le città sono il fulcro del commercio globale e fungono da porta d'ingresso per i legami economici dell'UE con il resto del mondo: oggi, più di due terzi degli europei vivono in città e pertanto la maggior parte dei consumi dell'UE è guidata dai consumatori che risiedono nei grandi nuclei urbani. In quanto tali, le città dell'UE hanno un grande potenziale per guidare un commercio che sia equo ed etico e spesso sono già all'avanguardia rispetto a diverse questioni di sostenibilità, avendo sviluppato soluzioni innovative per problemi ambientali, sociali o economici che riguardano il loro specifico contesto locale.

Il concorso permette alle città partecipanti di ottenere visibilità internazionale e copertura mediatica attraverso diverse attività di comunicazione e di sensibilizzazione e di condividere buone pratiche per le attività locali in occasione degli eventi legati al premio, come i webinar, la cerimonia e il Network of EU Cities for Fair and Ethical Trade.

La città vincitrice, oltre a ricevere il titolo di Città europea per il commercio equo ed etico verrà inserita nel Manuale di buone pratiche, un compendio degli esempi più innovativi, di ispirazione e riproducibili di commercio equo ed etico nelle città ed entrerà a far parte del Network di Città europee per il commercio equo ed etico, una rete informale che favorisce lo scambio di buone pratiche e l’instaurazione di concreti rapporti di collaborazione.

Il vincitore potrà inoltre beneficiare del supporto tecnico dell'ITC per l'attuazione di un progetto di cooperazione allo sviluppo finanziato dall'UE in un Paese in Via di Sviluppo (PVS) nel campo del commercio sostenibile, equo ed etico.