Le finalità

Favorire lo sviluppo delle strutture commerciali ponendo particolare attenzione alla riqualificazione del territorio e alla tutela del consumatore. Sostenere gli investimenti per favorire una crescita competitiva e innovativa del tessuto imprenditoriale.

Le azioni strategiche

Note illustrative dell’attuale fase di monitoraggio delle azioni del Piano

Nell’attuale fase di consuntivazione sono stati rendicontati gli interventi relativi agli anni 2014, 2015 e 2016, ovvero gli interventi già avviati che si concluderanno in annualità successive. La data di riferimento dell’ultimo monitoraggio è il 31 dicembre 2016. Nel caso di azione comprendente più interventi, il commento relativo all’azione è il risultato della sintesi degli interventi che la compongono. Per ogni azione viene indicato sinteticamente lo stato di realizzazione corredato da brevi note esplicative. Le singole azioni strategiche vengono presentate con i tradizionali cruscotti direzionali secondo le seguenti modalità:
- nel caso di azione i cui interventi sono stati ultimati ovvero sono in avanzata fase di realizzazione, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte verde;
- nel caso di azione in corso di svolgimento senza ritardi o criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte gialla;
- nel caso di azione in ritardo o che riscontra particolari criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte rossa;
- l’azione che verrà avviata in annualità successive o in fase di avviamento per motivi di tempistica è colorata di grigio. Sono altresì grigie le azioni che sono state riprogrammate (ossia gli interventi che le componevano sono stati spostati in altre azione oppure non verranno svolti per cambiamenti esterni all'Amministrazione regionale: cambiamenti normativi, modifiche delle strategie politiche, attività delegate ad altro Ente, ecc.) o di cui è stata già richiesta la riprogrammazione.
 

 

azione note stato
Sviluppare il sostegno ai programmi di investimento delle PMI commerciali e del terziario Azione completata in fase di avviamento
Migliorare la disciplina regionale del commercio Azione in fasedi ultimazione in corso di esecuzione

 

Strutture organizzative interessate

Il contesto

Dall’Osservatorio Nazionale del Commercio risultano attivi nella nostra regione 12.505 esercizi di commercio al dettaglio a sede fissa alla data del 31.12.2016, pari a -1% in un anno, -3% dal 2012 e -9% in dieci anni. Tali diminuzioni colpiscono più precisamente le sedi d’impresa, mentre le unità locali (ossia i punti vendita che, ad esempio, fanno capo a una catena commerciale) crescono negli anni, e si attestano sulle 4.419 unità locali nel 2016 (+1,4% sul 2015 e +6% sul 2007). Il FVG si distingue per la superficie media di vendita (178 mq nel 2016 e 171 nel 2015, i valori più elevati tra le regioni italiane) e per una bassa densità di esercizi commerciali, pari a 10,3 unità per mille abitanti, inferiore al dato nazionale. La spesa per consumi finali delle famiglie sul territorio economico del FVG è stimata in crescita dello 0,7% nel 2017 e per il 2018 è prevista in aumento dell’ 1%, per stabilizzarsi nel triennio 2019-21 su ritmi pari allo 0,7%.