Le finalità

Favorire l’avvio di nuove attività imprenditoriali, in special modo quelle che puntano sull’innovazione e la creatività, al fine di creare nuovi posti di lavoro, sostenere lo sviluppo del territorio e rafforzare la competitività del sistema produttivo regionale.

Le azioni strategiche

Note illustrative dell’attuale fase di monitoraggio delle azioni del Piano

Nell’attuale fase di consuntivazione sono stati rendicontati gli interventi relativi agli anni 2014, 2015 e 2016, ovvero gli interventi già avviati che si concluderanno in annualità successive. La data di riferimento dell’ultimo monitoraggio è il 31 dicembre 2016. Nel caso di azione comprendente più interventi, il commento relativo all’azione è il risultato della sintesi degli interventi che la compongono. Per ogni azione viene indicato sinteticamente lo stato di realizzazione corredato da brevi note esplicative. Le singole azioni strategiche vengono presentate con i tradizionali cruscotti direzionali secondo le seguenti modalità:
- nel caso di azione i cui interventi sono stati ultimati ovvero sono in avanzata fase di realizzazione, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte verde;
- nel caso di azione in corso di svolgimento senza ritardi o criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte gialla;
- nel caso di azione in ritardo o che riscontra particolari criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte rossa;
- l’azione che verrà avviata in annualità successive o in fase di avviamento per motivi di tempistica è colorata di grigio. Sono altresì grigie le azioni che sono state riprogrammate (ossia gli interventi che le componevano sono stati spostati in altre azione oppure non verranno svolti per cambiamenti esterni all'Amministrazione regionale: cambiamenti normativi, modifiche delle strategie politiche, attività delegate ad altro Ente, ecc.) o di cui è stata già richiesta la riprogrammazione.
 

 

azione note stato
Organizzare il sistema territoriale attorno a filiere Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Ridefinire ruoli e competenze dei consorzi industriali e dell'Ezit Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura in corso di esecuzione
Semplificazione con emanazione di leggi organiche e testi unici Azione completata in corso di esecuzione
Sportello Unico per le Attività Produttive Azione completata in corso di esecuzione
Verificare la L.R. 4/2005 ed eventualmente emanare una nuova legge Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Promuovere e attuare dei principi dello Small Business Act (L.R. 4/2013) Azione in fase di ultimazione in corso di esecuzione

 

Strutture organizzative interessate

Il contesto

Nel corso del 2016 si è ridotto il numero di imprese del FVG. Il tasso di natalità è sceso al 5,1%, mentre la mortalità delle imprese è rimasta stabile rispetto al 2015 al 6,0%, il tasso di crescita complessivo si è attestato a -0,77%. Il primo trimestre del 2017 si è chiuso con un’ulteriore riduzione dello stock, come tipicamente accade in questo periodo dell'anno; si è registrato un tasso di crescita pari a -0,61%, inferiore alla media nazionale, pari a -0,26%. Le imprese artigiane hanno fatto registrare un risultato meno negativo delle altre, ma anche per esse continua il trend decrescente.
In FVG operano tre incubatori certificati iscritti al registro delle imprese, gestiti e ospitati all'interno dei parchi scientifici: Innovation Factory di Area Science Park, Techno Seed di Friuli Innovazione e l'incubatore del Polo tecnologico di Pordenone; a questi si aggiunge Bic Incubatori del gruppo Friulia.
Nel I trimestre 2017 si contavano in FVG 163 startup innovative, il 69,9% erano attive nei servizi, in particolare in ambito informatico e della ricerca e sviluppo. In ambito industriale si contavano società attive soprattutto nella fabbricazione di apparecchiature elettriche, di computer e prodotti di elettronica, e di macchinari.