Le finalità

Incrementare la trasparenza dell’attività della Regione. Potenziare l’accessibilità dall’esterno a documenti e informazioni riguardanti l’Amministrazione. Coinvolgere maggiormente i cittadini attraverso l’implementazione di strumenti di partecipazione diretta.

Le azioni strategiche

Note illustrative dell’attuale fase di monitoraggio delle azioni del Piano

Nell’attuale fase di consuntivazione sono stati rendicontati gli interventi relativi agli anni 2014, 2015, 2016 e 2017, ovvero gli interventi già avviati che si concluderanno in annualità successive. La data di riferimento dell’ultimo monitoraggio è il 31 dicembre 2017. Nel caso di azione comprendente più interventi, il commento relativo all’azione è il risultato della sintesi degli interventi che la compongono. Per ogni azione viene indicato sinteticamente lo stato di realizzazione corredato da brevi note esplicative. Le singole azioni strategiche vengono presentate con i tradizionali cruscotti direzionali secondo le seguenti modalità:
- nel caso di azione i cui interventi sono stati ultimati ovvero sono in avanzata fase di realizzazione, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte verde;
- nel caso di azione in corso di svolgimento senza ritardi o criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte gialla;
- nel caso di azione in ritardo o che riscontra particolari criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte rossa;
- l’azione che verrà avviata in annualità successive o in fase di avviamento per motivi di tempistica è colorata di grigio. Sono altresì grigie le azioni che sono state riprogrammate (ossia gli interventi che le componevano sono stati spostati in altre azione oppure non verranno svolti per cambiamenti esterni all'Amministrazione regionale: cambiamenti normativi, modifiche delle strategie politiche, attività delegate ad altro Ente, ecc.) o di cui è stata già richiesta la riprogrammazione.
 

 

azione note stato
Organizzare i mezzi ed i processi per assicurare la completezza delle informazioni da pubblicare sul sito regionale di “Amministrazione trasparente” Azione completata completata
Individuare e definire i programmi e gli applicativi da utilizzare per l’automazione delle procedure di pubblicazione delle informazioni ai fini di trasparenza Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Monitorare la rispondenza delle nomine di competenza regionale nelle società partecipate ai requisiti e ai criteri stabiliti dalla legge Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Promuovere e sedimentare all'interno dell'A.R. i valori di legalità e di integrità Azione completata completata
Curare la comunicazione istituzionale della Regione con i social network e le campagne di comunicazione Azione completata completata

 

Strutture organizzative interessate

Il contesto

Dal 20 aprile 2013 è in vigore il Decreto Legislativo n. 33/2013 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni". A tal fine il Dipartimento della Funzione pubblica ha elaborato il sistema “Bussola della Trasparenza” per accompagnare le amministrazioni nell'adeguamento alla normativa e nel miglioramento continuo della qualità delle informazioni on-line e dei servizi digitali, anche attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini. La percentuale di aderenza del sito istituzionale della Regione Autonoma FVG ai contenuti minimi, definiti nelle linee guida, è del 100% e sono stati soddisfatti tutti i 68 indicatori della trasparenza correlati; pertanto, la Regione si è classificata al primo posto a pari merito per trasparenza tra le amministrazioni regionali.
La pagina principale della sezione trasparenza del sito www.regione.fvg.it è stata visitata 36.271 volte nel 2016 (46.956 le visite in tutto il 2015), nei primi 10 mesi del 2017 le visite sono state 31.459. Tra le sezioni con un alto numero di visite vi sono le pagine relative ai dirigenti, ai titolari di posizione organizzativa, al personale in genere e ai bandi di gara e contratti.
Nel 2016 gli URP della Regione hanno ricevuto 11.472 segnalazioni, in calo del 12,3% rispetto all’anno precedente. I reclami e i suggerimenti pervenuti sono risultati 1.660.