Le finalità

Migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso interventi di riqualificazione degli spazi urbani comuni. Perseguire un sempre più elevato livello di efficientamento energetico nel patrimonio immobiliare pubblico e privato.

Le azioni strategiche

Note illustrative dell’attuale fase di monitoraggio delle azioni del Piano

Nell’attuale fase di consuntivazione sono stati rendicontati gli interventi relativi agli anni 2014, 2015 e 2016, ovvero gli interventi già avviati che si concluderanno in annualità successive. La data di riferimento dell’ultimo monitoraggio è il 31 dicmebre 2016. Nel caso di azione comprendente più interventi, il commento relativo all’azione è il risultato della sintesi degli interventi che la compongono. Per ogni azione viene indicato sinteticamente lo stato di realizzazione corredato da brevi note esplicative. Le singole azioni strategiche vengono presentate con i tradizionali cruscotti direzionali secondo le seguenti modalità:
- nel caso di azione i cui interventi sono stati ultimati ovvero sono in avanzata fase di realizzazione, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte verde;
- nel caso di azione in corso di svolgimento senza ritardi o criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte gialla;
- nel caso di azione in ritardo o che riscontra particolari criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte rossa;
- l’azione che verrà avviata in annualità successive o in fase di avviamento per motivi di tempistica è colorata di grigio. Sono altresì grigie le azioni che sono state riprogrammate (ossia gli interventi che le componevano sono stati spostati in altre azione oppure non verranno svolti per cambiamenti esterni all'Amministrazione regionale: cambiamenti normativi, modifiche delle strategie politiche, attività delegate ad altro Ente, ecc.) o di cui è stata già richiesta la riprogrammazione.
 

 

azione note stato
Aggiornare il prezziario regionale delle opere pubbliche Azione completata completata
Migliorare gli spazi comuni attraverso l'erogazione di contributi per la riqualificazione dei centri minori della regione, per il restauro di facciate e coperture di immobili compresi in zone di recupero, per la messa in sicurezza della viabilità e per la realizzazione di parcheggi urbani pubblici Azione completata in corso di esecuzione
Protezione e rigenerazione del patrimonio edilizio esistente Azione in fase di ultimazione in corso di esecuzione
Rivedere gli interventi della Regione e degli Enti Locali in materia di edilizia residenziale sociale Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Individuare misure di efficientamento energetico per gli interventi sul patrimonio edilizio  Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Riforma legge sulla casa Azione completata ritardo di esecuzione

 

Strutture organizzative interessate

Il contesto

Gli alloggi locati dalle ATER regionali al 31.12.2016 erano 26.604, di cui 10.732 gestiti dall’ATER di Trieste, 7.237 dall’ATER di Udine, 4.074 dall’ATER di Gorizia, 3.540 dall’ATER di Pordenone e 1.021 dall’ATER dell’Alto Friuli. Gli alloggi complessivi a disposizione delle ATER regionali sono 29.487, comprensivi degli alloggi sfitti in attesa di locazione, dei non locabili e di quelli da demolire. Il 20,5% degli assegnatari era moroso nel 2016, il 72,5% dei morosi rientra nella fascia A, fascia che ha diritto alla massima riduzione del canone. Alla stessa data del 31.12.2016 erano in cantiere opere da parte delle ATER per oltre 66 milioni di euro, di cui 29,6 milioni per nuove costruzioni.
Nel 2016 sono stati erogati 8 milioni di euro per complessivi 1.418 interventi di efficientamento energetico.
Secondo le previsioni dell’Istituto Prometeia nel 2016 il valore aggiunto del settore costruzioni nel FVG è aumentato dello 0,8% rispetto all’anno precedente. A partire dal 2017 fino al 2022 l’Istituto prevede invece una ripresa del settore, con una crescita del valore aggiunto a tassi annui compresi tra l’1,5% e l’1,8%.