Le finalità

Migliorare la qualità del servizio di trasporto pubblico locale, delle sue prestazioni e della sua fruibilità da parte dell’utenza. Promuovere l’integrazione tra servizi diversi per modalità (bus, treno, mezzo di navigazione) o per tipologia (treno regionale/regionale veloce, viaggio automobilistico urbano/extraurbano, treni afferenti linee diverse e così via), massimizzando le possibilità di interscambio tra i servizi. Incentivare la sostituzione dei mezzi obsoleti ed il miglioramento dell’impatto ambientale.

Le azioni strategiche

Note illustrative dell’attuale fase di monitoraggio delle azioni del Piano

Nell’attuale fase di consuntivazione sono stati rendicontati gli interventi relativi agli anni 2014, 2015 e 2016, ovvero gli interventi già avviati che si concluderanno in annualità successive. La data di riferimento dell’ultimo monitoraggio è il 31 dicembre 2016. Nel caso di azione comprendente più interventi, il commento relativo all’azione è il risultato della sintesi degli interventi che la compongono. Per ogni azione viene indicato sinteticamente lo stato di realizzazione corredato da brevi note esplicative. Le singole azioni strategiche vengono presentate con i tradizionali cruscotti direzionali secondo le seguenti modalità:
- nel caso di azione i cui interventi sono stati ultimati ovvero sono in avanzata fase di realizzazione, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte verde;
- nel caso di azione in corso di svolgimento senza ritardi o criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte gialla;
- nel caso di azione in ritardo o che riscontra particolari criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte rossa;
- l’azione che verrà avviata in annualità successive o in fase di avviamento per motivi di tempistica è colorata di grigio. Sono altresì grigie le azioni che sono state riprogrammate (ossia gli interventi che le componevano sono stati spostati in altre azione oppure non verranno svolti per cambiamenti esterni all'Amministrazione regionale: cambiamenti normativi, modifiche delle strategie politiche, attività delegate ad altro Ente, ecc.) o di cui è stata già richiesta la riprogrammazione.
 

 

azione note stato
Incentivare la sostituzione degli automezzi obsoleti sul trasporto pubblico locale Azione riprogrammata criticità rilevate
Rafforzare i collegamenti con Roma e Milano e velocizzare i servizi con Mestre Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Realizzare le gare per l’affidamento dei servizi regionali su gomma/marittimi e su ferro con l’obiettivo di una più forte integrazione Azione completata in corso di esecuzione
Promuovere un adeguamento della ferrovia nei punti critici Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata

 

Strutture organizzative interessate

Il contesto

La quota di popolazione di 14 anni o più che ha utilizzato l’autobus in FVG nel 2016 era pari al 25,9%, leggermente superiore al valore nazionale, pari al 24,4%. La soddisfazione per la qualità del servizio è, tuttavia, notevolmente superiore alle medie del Nord-Est, a loro volta significativamente superiori alla media nazionale. In FVG nel 2016 si dichiarano soddisfatti rispetto alla frequenza delle corse il 77,1% degli utenti (Nord-Est 72,6%), l’83,5% è soddisfatto della puntualità (Nord-Est 76,2%).
Il 36,9% della popolazione di 14 anni o più ha utilizzato il treno almeno una volta nel 2016, mentre Trenitalia stima in 20.000 i viaggiatori al giorno in una settimana media sui treni regionali. La soddisfazione dei cittadini rispetto alla frequenza delle corse era, nel 2016, del 67,7% (+1,4% su 2015) e del 59,7% per la puntualità (+2,0% su 2015). Migliora la puntualità dei treni regionali operati da Trenitalia nell’ambito del contratto di servizio con la Regione FVG: nel 2016 il 97,3% era puntuale o aveva un ritardo entro i 5 minuti (+1,6% rispetto al 2014), nel 99,3% dei casi il ritardo era contenuto entro i 15 minuti (+0,6%).