Le finalità

Rendere il sistema infrastrutturale del FVG competitivo ed in grado di attrarre imprese e investitori. Creare un sistema movimento merci integrato tra i diversi canali in modo da poter offrire più servizi a costi minori.

Le azioni strategiche

Note illustrative dell’attuale fase di monitoraggio delle azioni del Piano

Nell’attuale fase di consuntivazione sono stati rendicontati gli interventi relativi agli anni 2014, 2015 e 2016, ovvero gli interventi già avviati che si concluderanno in annualità successive. La data di riferimento dell’ultimo monitoraggio è il 31 dicembre 2016. Nel caso di azione comprendente più interventi, il commento relativo all’azione è il risultato della sintesi degli interventi che la compongono. Per ogni azione viene indicato sinteticamente lo stato di realizzazione corredato da brevi note esplicative. Le singole azioni strategiche vengono presentate con i tradizionali cruscotti direzionali secondo le seguenti modalità:
- nel caso di azione i cui interventi sono stati ultimati ovvero sono in avanzata fase di realizzazione, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte verde;
- nel caso di azione in corso di svolgimento senza ritardi o criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte gialla;
- nel caso di azione in ritardo o che riscontra particolari criticità, la lancetta del cruscotto direzionale è posizionata sulla parte rossa;
- l’azione che verrà avviata in annualità successive o in fase di avviamento per motivi di tempistica è colorata di grigio. Sono altresì grigie le azioni che sono state riprogrammate (ossia gli interventi che le componevano sono stati spostati in altre azione oppure non verranno svolti per cambiamenti esterni all'Amministrazione regionale: cambiamenti normativi, modifiche delle strategie politiche, attività delegate ad altro Ente, ecc.) o di cui è stata già richiesta la riprogrammazione.
 

 

azione note stato
Intercettare quote maggiori di traffico marittimo che attraversano il Mediterraneo lungo le rotte del middle e far-east Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Potenziare le infrastrutture del porto di Trieste Azione completata in corso di esecuzione
Sviluppare le infrastrutture e intervenire con la nuova organizzazione del porto di Monfalcone Azione completata in corso di esecuzione
Potenziare le infrastrutture e l’accessibilità di Porto Nogaro Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Adeguare le connessioni ferroviarie con i porti e lungo il Corridoio Adriatico-Baltico e il Corridoio Mediterraneo Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Razionalizzare la stazione merci di Campo Marzio a Trieste e gli impianti ferroviari del porto al fine di gestire treni più lunghi e pesanti   Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Aderire al programma europeo Europa 2020 espresso nelle "misure faro”  Azione realizzata nei precedenti anni della legislatura completata
Partecipazione attiva all'elaborazione del Programma Nazionale di Riforma per chiedere interventi nel campo delle reti di trasporto e della Portualità dell'Alto Adriatico per elevare l'accessibilità della Regione e di tutto il Paese Azione completata in corso di esecuzione
Assicurare l’omogeneità e la coerenza delle attività per l’attuazione del Corridoio Mediterraneo e del Corridoio Adriatico-Baltico in ambito regionale in un’ottica di sviluppo integrato territoriale Azione completata in corso di esecuzione
Individuare azioni mirate sul territorio ad alto valore aggiunto per il sistema trasportistico regionale Azione completata in corso di esecuzione

 

Strutture organizzative interessate

Il contesto

Il sistema portuale del FVG ha movimentato complessivamente 64,9 milioni di tonnellate di merci nel 2016. Il porto di Trieste da solo ha movimentato 59,2 milioni di tonnellate nel 2016 (42,5 tramite l’oleodotto SIOT), confermandosi primo porto italiano per traffico e con una crescita del 3,6% sul 2015 e del 3,8% al netto dell’oleodotto, che contribuisce per il 72% al traffico complessivo dello scalo. In aumento a doppia cifra il numero di treni movimentati nel 2016 (7.631, +27,6%), con ulteriori margini di crescita nel prossimo futuro in seguito al completamento dei lavori della stazione di Trieste Campo Marzio. Il porto di Monfalcone, dopo il minimo di 3,1 milioni di tonnellate movimentate toccato nel 2010, registra il settimo anno di crescita consecutiva (+4,1% nel 2016). Si contrae dell’1,5% invece il traffico a Porto Nogaro, che negli ultimi quattro anni oscilla attorno al milione di tonnellate. Anche per Porto Nogaro la crescita è stata consistente: +7,3% nel 2014 e +1,7% nel 2015.
I transiti autostradali di mezzi pesanti nel totale dei due sensi di marcia sono stati pari a 6.898 al giorno per la A23 Udine-Tarvisio (+4,3% rispetto al 2015) e a 27.570 per la A4 Venezia-Trieste (+5,1% rispetto al 2015). Il trasporto aereo delle merci nel 2015 è stato pari a 63 tonnellate, poco significativo in termini di quantità.