Comparto Unico

La Regione Friuli Venezia Giulia, con la realizzazione del comparto unico, si propone di attuare una radicale riforma del pubblico impiego creando le condizioni per il passaggio da parte del personale degli enti locali del FVG da un'onerosa frammentarietà fatta di appartenenze a singole realtà all'appartenenza ad un “sistema” amministrativo unico.
 

  • Obiettivi e funzioni

    Regole e discipline legislative e contrattuali comuni a tutto il personale di Regione, Province, Comuni, Comunità montane e altri Enti locali.

  • Avvisi di mobilità

    Gli avvisi di mobilità emessi dagli enti del comparto unico del pubblico impiego del FVG.

  • Pareri

    Risposte ai quesiti proposti dai diversi Enti del Comparto unico del pubblico impiego regionale e locale su argomenti relativi ai contratti di lavoro di primo livello.

  • Personale in eccedenza

    Cos' è la dichiarazione di "personale in eccedenza".

  • Formazione

    Materiali delle giornate di formazione

Contrattazione

La contrattazione regionale in materia di pubblico impiego si svolge su due livelli: la contrattazione collettiva, riferita all'area Regione e all'area Enti locali e, nell'ambito di queste, al personale dirigente e al personale non dirigente; la contrattazione decentrata, che  si svolge a livello di singolo Ente nell’ambito delle condizioni e dei limiti stabili dalla contrattazione collettiva.

Relazioni sindacali

L’evoluzione della pubblica amministrazione comporta l’individuazione di nuove articolazioni della presenza dei sindacati tra i lavoratori, come le RSU (rappresentanze sindacali unitarie), costituite tramite elezioni a suffragio universale ed a voto segreto col metodo proporzionale tra liste concorrenti.

  • Prerogative, RSU, rappresentatività, distacchi

    Documentazione sull'evoluzione della normativa nel confronto tra la Regione e le strutture titolari dei diritti sindacali e dei poteri riguardanti l’esercizio delle competenze contrattuali.